Palazzo Guarienti
Palazzo Guarienti

Informazioni:

Disegnato in rigoroso stile neoclassico, più severo che elegante, l’imponente edificio venne progettato da uno dei meno noti architetti veronesi del ‘700…

Silenzioso testimone della storia
Il palazzo, da alcuni decenni di proprietà comunale, è stato ristrutturato ed ora ospita, nelle vaste sale, la Biblioteca Comunale.

Proseguendo alla scoperta dei luoghi di rilievo artistico-culturale valeggiani, si giunge in via Antonio Murari, dove si troviamo Palazzo Guarienti, residenza di campagna dei marchesi Guarienti di Verona.

Disegnato in rigoroso stile neoclassico, più severo che elegante, l’imponente edificio venne progettato da uno dei meno noti architetti veronesi del ‘700, Piero Ceroni (1737-1802), attivo a Valeggio tra il 1770 ed il 1775. Di lui si conoscono pochissime opere eseguite e meno ancora si conosce della sua vita.

Sulla facciata, una lapide ricorda la sera del 30 Maggio 1796, durante la campagna d’Italia, quando Napoleone Bonaparte, preso alloggio nel palazzo, rischiò di essere catturato dagli Austriaci, sortiti all’improvviso in paese. Un’altra targa ricorda don Giovanni Beltrame, missionario, studioso ed esploratore, a 100 anni dalla morte.